william hill

Blackjack su Internet: storia, regole, varianti e strategie

In questo corposo articolo parleremo del blackjack, abbiamo creato per voi un indice che vi aiuterà nella navigazione della pagina:

 

1 - Introduzione

2 - Storia del Blackjack
3 - Il Contributo di Roger Baldwin

4 - Il Conteggio delle Carte di Thorp

5 - I Primi Strumenti per Contare le Carte

6 -  Il Primo Software per l’Analisi del Blackjack

7 - La Tecnica del MIT Team

8 - Le Regole del Blackjack

9 - Le Diverse Versioni del Blackjack

10 - Strategie e strumenti per vincere

        10.1 - Il Metodo delle Sequenze

        10.2 - La Strategia di Base e la Tabella del Blackjack

        10.3 - Il sistema della taglia

        10.4 - Le Strategie a Sette Mani

        10.5 - Il Metodo del Sesto
        10.6 - Il Conteggio delle Carte

        10.7 - Il Sistema K.O.

11 - Il Blackjack Online

12 - I Migliori Film sul Blackjack

 

 

1- Introduzione

 

Blackjack 21 GiocoBlackjack è un gioco di carte che fa parte della cosiddetta categoria dei giochi tradizionali del casinò.
Anch’esso, come la Roulette, ha alle spalle una storia molto lunga e piena di successi, in quanto da quando è stato scoperto, non ha mai conosciuto un vero e proprio declino.

Il Blackjack può essere considerato uno dei giochi di abilità più interessanti, dove le capacità del giocatore possono mettere seriamente in difficoltà il banco, determinandone una riduzione importante del suo vantaggio detenuto.

Dopo la nascita dei casinò terrestri, questo gioco di carte venne preso subito in considerazione dalle sale da gioco dal vivo e da quelle all’interno delle navi da crociera, sapendosi adattare sempre ad ogni contesto.

Inoltre, sono state introdotte delle varianti che lo hanno presentato in diverse forme, ma senza perdere la propria fisionomia. Grazie all’avvento di internet e dell’espansione dell’utilizzo del PC, il Blackjack diventa subito protagonista entrando, in modo autorevole, nel mondo del gioco virtuale.

Grazie allo sviluppo della tecnologia, questo gioco ha avuto l’opportunità di rinnovarsi e tenersi al passo con i tempi. Al fine di rendere più appetibile questo gioco di carte, i casinò online lo hanno presentato in diverse forme e versioni che consentono ai giocatori di praticarlo da casa, stando comodamente seduti davanti al proprio personal computer, ma anche fuori, grazie all’utilizzo di diversi dispositivi mobili che rendono facile l’accesso al casinò online che, praticamente, diventa a portata di mano.

Essendo un gioco da tavolo, il Blackjack, presenta delle caratteristiche che lo fanno essere compatibile con la versione del gioco d’azzardo “live” che consente al giocatore di collegarsi ad una reale sala da gioco per giocare e rivivere le stesse emozioni di un vero casinò.

 Torna all'indice

 

2 - Storia del Blackjack


Le origini del gioco del Blackjack non sono molto chiare. Alcuni studiosi, sulla base delle tracce individuate nel corso dei loro studi, ritengono che questo gioco di carte, durante il XVII secolo, sia stato introdotto nelle migliori case da gioco del tempo della Francia. Il gioco, all’epoca, si chiamava “Vingt-et-un”, che dal francese vuol dire, per l’appunto, 21.

In Italia, sempre nello stesso periodo, si giocava ad un gioco di carte, che ancora è molto popolare e praticato soprattutto durante le festività natalizie, come il 7 e ½.
In Spagna, invece, nel corso della seconda metà del XVI secolo, si praticava il gioco di carte, chiamato “1 e 30” a cui più tardi, secondo alcuni esperti, si è ispirato il gioco del 21.

Quadro sul BlackjackDopo la sua scoperta, questo gioco in poco tempo oltre che a diffondersi a macchia d’olio in tutto il paese, venne portato in giro per l’Europa e, in particolar modo, venne fatto conoscere alle popolazioni del nuovo mondo.  Nel XIV secolo, in America, nasce ufficialmente il Blackjack.

 

Questo nome è il frutto della regola originaria del gioco che pagava, in maniera piuttosto lauta, la ricompensa al vincitore che riusciva ad abbinare già a primo colpo l’Asso di Picche e il Jack.
Tale combinazione difficile da realizzare, infatti, veniva pagata secondo il rapporto 10 a 1.
Il nome del gioco rimase, ma alcune regole nel tempo subirono delle modifiche. Infatti, il rapporto della vincita mutò, diventando 3 a 2 e, quindi, meno favorevole per il giocatore.

Nell’era del proibizionismo, il gioco del Blackjack subì un temporaneo declino, così come tutti i giochi da casinò. Malgrado ciò, anche questo gioco di carte, insieme al Poker, alla Roulette, e a tanti altri veniva praticato in sale da  gioco clandestine e quasi sempre gestite da organizzazioni criminali.
Nel 1931, finalmente, la svolta. Una legge emanata nello stato del Nevada legalizzava il gioco d’azzardo favorendo la repentina proliferazione di tante case da gioco.

Nasceva Las Vegas, la patria del gioco per antonomasia. In un nuovo scenario parecchio entusiasmante come questo, si ritaglia il suo meritato spazio anche il gioco del Blackjack che subito torna in auge e riscuote un successo notevole. Infatti, non è un caso che gli studiosi di matematica e di statistica lo abbiano studiato a fondo, per comprendere le potenzialità di calcolo che si possono esprimere grazie ad esso.

Con l’avvento degli ’90, la storia del Blackjack si arricchisce di una nuova importante pagina, grazie all’avvento del gioco d’azzardo online praticabile direttamente dal PC.

Il fenomeno del gambling online, nel giro di 10 anni, invade i mercati delle principali potenze mondiali, divenendo sempre più una fonte inesauribile di risorse economiche per gli operatori, ma anche un punto di riferimento per chi vuole intrattenersi senza dover necessariamente recarsi al casinò terrestre per giocare al Blackjack.

Nel tempo le tecnologie sono migliorate parecchio e i casinò online, adesso, offrono ai propri clienti dei servizi di gioco sempre più sofisticati e che possono essere usufruiti anche attraverso dei dispositivi mobili come Tablet, cellulari Android, con sistema operativo iOS e mediante tanti altri strumenti (dai costi sempre più accessibili a tutti) che fanno della comodità e della praticità di utilizzo le peculiarità più attraenti per l’utente.

 

 Torna all'indice


Il Blackjack, un gioco oggetto di studio

3 - Il contributo di Roger Baldwin

Roger Baldwin BlackjackNel 1953, uno dei primi studiosi ad interessarsi del Blackjack fu Roger Baldwin (al centro nella foto). Egli impiegò la teoria statistica per calcolare dei metodi che consentivano di erodere il vantaggio detenuto dal banco.


La prima pubblicazione dei suoi lavori avvenne nel 1956, dove vennero fatte conoscere le sue scoperte.


Il suo primo lavoro, di circa 10 pagine,  prendeva il titolo "Strategia ottimale nel blackjack".


Essa è la prima guida sulle strategie da impiegare per migliorare il rendimento delle scommesse al  blackjack.

 

 Torna all'indice 

 

4 - Il conteggio delle carte di Thorp

 

Edward Oakley Thorp BlackjackUn altro contributo allo studio del Blackjack arriva dallo studioso Edward Oakley Thorp, chiamato anche l'Einstein del blackjack.  Questo studioso prese come riferimento i lavori pubblicati sui calcoli di Roger Baldwin. A differenza di quest’ultimo, però, si concentrò su una tecnica fondamentale, come quella del conteggio delle carte,  per cercare di ridurre notevolmente il vantaggio detenuto dal banco portandolo alla sconfitta. Il suo lavoro più importante si chiama "Beat the Dealer" che dall’inglese vuol dire sconfiggi il banco.  

Malgrado il suo contenuto molto tecnico  e poco accessibile (vi erano troppe formule statistiche da analizzare per il lettore), questo libro ebbe lo stesso un gran successo di pubblico e il New York Times lo inserì nella classifica dei libri più venduti del periodo.

 

In seguito alle scoperte di Thorp, i casinò studiarono delle contromosse per continuare a mantenere un certo vantaggio. Vennero introdotte altre regole e soprattutto furono incrementati i mazzi delle carte.
Ben presto, però, si fa ritorno alle regole tradizionale, una volta essersi accertati che il lavoro di Thorp, seppur apprezzabile dal punto di vista statistico, non incideva in modo importante sul rendimento del giocatore.

  Torna all'indice

 

5 - I primi strumenti per contare le carte

 

Ken Uston è stato uno studioso che riservò molti studi al gioco del Blackjack. Egli, tra l’altro, è stato anche il primo ad impiegare dei piccolo apparecchi che consentivano il conteggio delle carte che, stranamente, venivano introdotte all’interno delle scarpe. Con tale espediente, le vincite al casinò non si fecero attendere, accumulando diversi migliaia di dollari in poco tempo. Malgrado il suo marchingegno venne scoperto dall’FBI, non venne ritenuto per nulla illecito perché non veniva messa in atto alcuna truffa.

 

Ken Uston Blackjack

 

 

 
6 - Il primo software per l’analisi del Blackjack

 

Stanford Wong BlackjackStanford Wong, da sempre, grande amante della statistica e del calcolo, si fece conoscere dal grande pubblico per aver pubblicato nel 1975 un libro “Professional Blackjack” molto apprezzato dalla critica e dagli appassionati. Il suo contributo di maggior rilievo, però, è rappresentato dalla scoperta del primo software che consentiva di analizzare, in modo automatico, il Blackjack. Tale programma si chiamava “Blackjack Analyser”.

La sua principale peculiarità consisteva nell’analizzare le carte che erano uscite prima di iniziare a giocare, mettendo nelle condizioni di comprendere se era conveniente o meno sedersi per giocare tenendo conto delle carte che erano rimaste nel mazzo.

 

Si trattava di un metodo molto interessante perché evitava al giocatore di subire delle perdite quasi certe.

 

  Torna all'indice

 

 
7 - La tecnica del MIT Team

 

Fino al 1997, un team composto da studenti e da un professore dell’istituto tecnologico del Massachusetts (MIT) ha sbancato tantissimi casinò utilizzando una tecnica che si avvaleva, allo stesso tempo, di una strategia di base e del conteggio delle carte grazie ad uno studio che si basava sul calcolo delle probabilità di uscita delle carte.

Secondo questo studio, infatti, il mazziere non ha molto tempo per mescolare bene dopo una partita il mazzo, pertanto è molto probabile che diverse carte rimangano insieme. Memorizzando quest’ultime e contando le carte che escono durante il gioco, sarà più facile individuare quali saranno le prossime ad uscire.  Dopo che questi trucchi sono stati scoperti, ogni casinò americano ha vietato loro l’accesso.
Sull’argomento sono stati scritti tanti libri, diversi articoli di giornale ed è diventato anche fonte d’ispirazione per il film “21”.

  Torna all'indice

 

 
8 - Le regole del Blackjack

 

 

Regole del Blackjack

 

Le regole che sono alla base dello svolgimento del gioco del Blackjack sono molto semplici e possono essere facilmente comprese anche da coloro i quali non hanno molta dimestichezza con i giochi di carte.
Com’è noto, lo scopo del gioco è quello di realizzare un punteggio pari a 21 senza superarlo.
Qualora il giocatore totalizzi un punteggio inferiore a 21, per vincere, questo deve essere maggiore a quello che viene conseguito dal banco. In caso contrario, si perderà la somma di denaro impiegata per giocare la partita.

Per giocare al Blackjack classico vengono utilizzati 2 mazzi di carte francesi. Per giocare ad altre varianti di gioco, vengono utilizzati in alcuni casi 4 mazzi di carte, in altri casi 6 mazzi. 
Le carte che vanno dal 2 al 10 mantengono il loro valore nominale. L’ Asso vale 1 oppure 11. Tutte le figure valgono 10 punti. Il giocatore che scommette al Blackjack online affronta il banco.


Nei casinò terrestri, invece, il tavolo da gioco del Blackjack può ospitare fino ad un massimo di 7 giocatori.

Quando si gioca al Blackjack online, il numero dei mazzi è irrilevante, in quanto il software che genera, in modo del tutto casuale, i risultati di gioco rimescola le carte in occasione di ogni partita.
Pertanto il mazzo di carte viene rigenerato, rendendo inefficace ogni tecnica di conteggio delle carte che possa migliorare la posizione del giocatore riducendo il vantaggio detenuto dal banco.

 

Per quanto concerne lo svolgimento del gioco, bisogna dire che la mano ha inizio nel momento in cui vengono distribuite le 2 carte scoperte per ogni scommettitore. Altre 2 carte vengono date prese dal mazziere, di cui  una coperta ed una scoperta.

 

Nel momento in cui il giocatore prende visione delle carte che gli sono state distribuite, può decidere se effettuare una scommessa che consente di proseguire la mano oppure di abbandonare il gioco, se ritiene di non essere in possesso di carte favorevoli.

 

Se lo desidera, il giocatore può anche dividere la mano. Quest’ultima è un’ operazione effettuabile soltanto se ha in mano una coppia dove le prime 2 carte sono coperte. Gli esperti raccomandano sempre di dividere gli assi e gli 8 e mai il 10 e il 4.

 

Un’altra opzione a disposizione del giocatore è l’”assicurazione” della propria mano. Si tratta di un’altra scommessa che solitamente si effettua se la carta scoperta del mazziere è un asso.
Solitamente non è molto consigliata dagli esperti, i quali ritengono che essa arrechi non pochi vantaggi al banco.

Come dicevamo pocanzi, lo scommettitore consegue una vincita se ottiene un punteggio superiore a quello realizzato dal banco e che sia inferiore o uguale a 21. Se si supera il 21 come punteggio, il giocatore perde l’importo puntato.

Lo scommettitore viene lasciato libero di decidere la strategia di gioco che ritiene più opportuna da adottare. Pertanto può scegliere in che modo impostare le proprie scommesse.

 

Il banco, invece, deve osservare dei vincoli. Uno di questi, per esempio, prevede che se il punteggio totalizzato da questo è inferiore a 16, egli è tenuto a chiamare una carta. Se il punteggio è pari o superiore a 17,  il banco deve stare.

  Torna all'indice

 

 
9 - Le diverse versioni del Blackjack


Vegas Strip Blackjack
Gli utenti che avranno modo di praticare il Blackjack direttamente sulla rete, stando collegati ad uno dei tanti casinò online presenti sulla rete, si accorgeranno subito che vi sono tante versioni che presentano qualche particolarità in più rispetto alla versione classica e delle regole che bisogna conoscere bene prima di iniziare fare il proprio gioco in modo soddisfacente.

Come abbiamo detto in precedenza, il Blackjack Classico viene praticato soltanto con un mazzo  di carte.
Alcune varianti, però, possono addirittura prevede l’impiego di 8 mazzi carte, come ad esempio il  Blackjack Atlantic City.  La versione del Blackjack Big Five, viene giocata con 5 mazzi di carte, mentre il Blackjack Vegas Strip con 4 mazzi.  A prescindere dalle varianti del Blackjack, il banco sta sempre se totalizza un punteggio pari a 17.

 

Con tale mossa, il banco a mantenere un certo margine di vantaggio sul giocatore, il quale deve fare di tutto per cercare di ottenere un punteggio quanto più vicino al 21 per avere la meglio.

La situazione cambia, in caso di raddoppio delle carte oppure di split. Quando si gioca alla versione classica del Blackjack, il giocatore può raddoppiare solo su 9, 10 ed 11. Nelle altre varianti di gioco, invece, il raddoppio ha luogo ogni due carte.

A seconda del tipo di versione del Blackjack, anche la divisione può subire delle variazioni.
Nel Blackjack tradizionale le carte possono essere divise solo una volta. Nelle altre varianti, è possibile dividere le carte anche per tre volte.   Se vengono divisi gli, le regole cambiano in riferimento al numero di carte che il giocatore può chiedere. Per esempio, se si gioca al  Blackjack Atlantic City, e nelle varianti Vegas Downtown, Big Five e Vegas Strip è possibile ottenere  soltanto una carta nel momento in cui vengono divisi gli assi. Se si gioca al  Blackjack Europeo, il giocatore può fare richiesta di più carte.

 

A seconda delle versione, le regole del gioco possono essere diverse anche per quanto concerne il ritiro del giocatore dalla mano prima che essa volta al termine. Ad esempio, nelle varianti come il Blackjack Big Five ed il Blackjack Atlantic City, il giocatore può ritirarsi, per evitare di subire delle perdite ancora più importanti, se ritiene di non avere in mano delle carte favorevoli. Di tale opzione non si può beneficiare, invece, se si gioca al Vegas Downtown, al Blackjack Europeo oppure al   Vegas Strip.

 

Double Exposure BlackjackVi sono delle varianti di gioco che presentano delle regole particolari, come ad esempio il Blackjack Double Exposure, dove il gioco si svolge tutte le carte del banco che rimangono scoperte che certamente conferisce un vantaggio al giocatore, il quale con maggiore facilità può impostare la propria strategia di gioco, ma in compenso il banco consegue una vincita anche nel caso in cui la partita finisca in pareggio.

 

Infine, nel Blackjack Triple 7 il giocatore può eseguire delle normali scommesse a cui vanno ad aggiungersi anche un’altra che può dare la possibilità di conseguire delle vincite extra grazie alla presenza di un bonus che viene erogato tenendo conto di quante carte del valore 7 si entra in possesso durante una mano.
Con 3 carte del valore del 7 di quadri, si consegue un bonus progressivo che può regalare delle vincite piuttosto interessanti.

  Torna all'indice

 

10 - Strategie e strumenti per vincere

 

Come abbiamo anticipato qualche rigo fa, il Blackjack è un gioco di abilità dove l’abilità del giocatore e la sua capacità di adottare delle strategie di gioco efficaci possono fare la differenza e determinare una notevole riduzione del vantaggio goduto dal banco.  Molti esperti, nel tempo, hanno reso disponibili diversi sistemi a cui si può fare ricorso  per provare a vincere al Blackjack o per incrementare, in modo importante, le personali possibilità di vincita. 

I metodi matematici, anche se non devono essere considerati infallibili e in grado di regalare vincite certe, possono essere utili e, per questo motivo, noi, nei prossimi paragrafi, proveremo ad indicare al lettore quelli più usati dai giocatori.

 

Torna all'indice

 
 
10.1 - Il metodo delle sequenze

 

Sequenze Blackjack
Il metodo delle sequenze si basa su un’analisi degli eventi positivi e negativi che si verificano nel corso di ogni mano e con quale frequenza. Per rendere efficace questo metodo, gli utenti devono osservare il gioco per almeno 7 mani consecutive e annotare il risultato finale di ognuna di esse.
Ad esempio, se nel corso di 7 mani consecutive, l’andamento degli esiti finali di gioco ha assunto un determinato andamento (del tipo Vincita, Perdita, Vincita, Perdita, Vincita, Perdita, Vincita alternandosi tra loro), non si esclude che, nella prossima sessione di 7 mani, non si possa ripetere lo stesso trend. 

Le annotazioni fatte nel corso della prima sessione di 7 mani potrebbero essere usate per giocare e per puntare magari solo su quegli eventi che si alternano tra loro e su cui già è stata rilevata la probabilità di ottenere una vincita.

Infatti, tenendo conto della frequenza con cui si sono usciti gli eventi della scorsa sessione di 7 partite avremo: Vincita, Perdita, Vincita, Perdita, Vincita, Perdita, Vincita, per i quali  il giocatore può fare adottare la strategia di puntare sugli eventi dove si è registrata una vincita e di non puntare su quelli in cui si è avuta una perdita.

Secondo il parere dei giocatori esperti, attraverso questo metodo molto semplice da applicare, se si conoscono le probabilità di uscita degli eventi del blackjack, si possono ottenere dei risultati apprezzabili alla prima sessione di gioco.

 

Se si vincono due mani e si utilizza la progressione del raddoppio, il giocatore può facilmente coprire le perdite subite e conseguire un piccolo, ma importante margine di vincita.
Nel momento in cui terminano le 7 mani, il giocatore deve utilizzare i dati inerenti l’ultima sessione di eventi  appena annotata su cui ha scommesso e non più quella di prima.

Questo metodo di gioco non è del tutto infallibile, ma visto che adopera il calcolo delle probabilità nel gioco del blackjack offre una concreta possibilità per ottenere agevolmente delle piccole vincite, e se utilizzato bene può consentire di ottenere un’ottima sequenza di risultati positivi.

 Torna all'indice

 
 
10.2 - La strategia di base e la tabella del Blackjack

 

Un’altra strategia molto conosciuta a praticata dagli esperti giocatori di Blackjack è la cosiddetta “strategia di base”. Quest’ultima, per essere messa in pratica, necessita di una tabella come quella pubblicata sotto.
Se la tabella viene utilizzata in modo corretto, il vantaggio del banco rispetto a quello detenuto dallo scommettitore risulta essere inferire all’1%.

 

Ci sono alcune circostanze che consentono al giocatore di ottenere addirittura un vantaggio sul banco anche se di poco.  Questa strategia è elaborata da studiosi di matematica appassionati del gioco del Blackjack.

Il giocatore che intende adottare tale strategia, l’unica cosa che deve fare è quella di osservare la tabella in cui si riportano le situazioni di gioco a cui lo stesso può incontrare durante il gioco.
Per ogni situazione, vi è un determinato modo di agire. A prima impressione, la tabella sembra molto difficile da interpretare, ma nel tempo il giocatore, mediante l’uso acquisirà maggiore familiarità.

Anche in questo caso bisogna dire che non vi è la certezza assoluta di ottenere una vincita per ogni puntata eseguita. Nel medio - lungo termine, il giocatore può dare vita ad una striscia di risultati positivi grazie al fatto che le possibilità di subire delle perdite al blackjack si riducono parecchio rispetto a coloro i quali non utilizzano dei metodi basati su calcoli matematici.

La tabella universale, che viene indicata da noi, rappresenta certamente  un buon avvio per coloro i quali intendono impiegare una strategia di base. Si ricorda che tale strategia può essere applicata se si gioca con 3 o più mazzi di carte se il banco sta sul 17 soft.

                                            

 Tabella Blackjack

 

Legenda:

S: Stand - Resta

H: Hit - Chiedi Carta

D: Double - Raddoppia la Puntata

SP: Split - Dividi le Carte

 

  Torna all'indice

 

 
10.3 - Il sistema della taglia

Blackjack Sistema TagliaAnche il sistema della taglia è molto facile da utilizzare. Il giocatore, prima di iniziare a giocare, deve osservare per diverse mani, senza eseguire alcuna puntata con soldi veri, il comportamento del banco e prenderne nota. Questo metodo è valido sia per giocare all’interno di un casinò in versione offline sia in un casinò online.  Il termine taglia fa riferimento al fatto che viene utilizzato un intero mazzo di carte nel corso di una partita. La carta di taglia, infatti, è quella che viene capovolta rispetto alle altre che sono date in distribuzione dal mazziere.

 

Il giocatore, deve iniziare a prendere nota, nel momento in cui le carte vengono distribuite utilizzando un mazzo nuovo appena rimescolato. Egli non deve fare altro che appuntare le mani vinte e quelle perse utilizzando dei segni. Di solito, il segno “+” viene usato per indicare le vincite conseguite dal giocatore, il segno “-“, le perdite subite durante una mano.

 

Lo scopo di questo metodo è quello di creare una base di numeri grazie alla quale stabilire il “quantum” da impiegare per ogni partita, tenendo conto delle probabilità che si applicano al gioco del Blackjack.
Quest’ultime ci suggeriscono che è molto difficile che il giocatore possa avere a che fare con una serie di gioco simile a quella della mano precedente. Per questo motivo, il giocatore, seguendo tale strategia deve giocare secondo un andamento contrario a quello annotato e che fa riferimento alla serie precedente.

 

Al fine di rendere efficace questo metodo, è importante aver preso nota di tutte le carte del mazzo e della strategia adottata dal mazziere, al fine di prevedere le mosse di quest’ultimo e le possibili strategie che possono essere adottate adottando una linea più aggressiva o difensiva.

 

La strategia di gioco dell’utente di basa solo su questi calcoli e se questa usa in modo perfetto, si ha la possibilità di incrementare le probabilità di vincita. Il metodo, per la sua grande semplicità, è alla portata anche dei neofiti, in quanto il suo svolgimento non richiede nessuno sforzo mentale e dà anche la possibilità di introdurre delle nuove tattiche apprese dagli avversari.

  Torna all'indice

 

 
10.4 - Le strategie a sette mani


Sistema Sette Mani Blackjack
Se la strategia di base ci dà delle importanti indicazioni su come comportarci tenendo conto delle carte che si trovano sul tavolo di gioco, contemporaneamente, si possono impiegare anche delle strategie che ci possono aiutare ad incrementare i ricavi delle vincite conseguite. Una di queste, ad esempio, è la strategia a sette mani.  Questo metodo di divide in due fasi importanti: una in cui bisogna osservare  il gioco senza prendervi parte, l’altra in cui si entra da protagonisti nel contesto di gioco.

Nella prima fase, il giocatore deve osservare e prendere in considerazione i fattori chiavi del gioco del Blackjack, per un numero di mani pari a 7.  Nelle 7 mani successive, è molto probabile, che le mani presenteranno un trend diverso dalle 7 precedenti. In questo modo, il giocatore può trarre delle utili indicazioni su quando scommettere e quando invece rimanere fermo. 

 

Dopo aver analizzato i fattori richiesti dalla strategia, bisogna accedere alla sua seconda fase che prevede l’impiego di tabelle della strategia di base come quella indicata prima, al fine di migliorare le possibilità di vincita.

Il giocatore che scommette sulla rete è più avvantaggiato rispetto a chi gioca in un vero casinò terrestre, in quanto può in tutta tranquillità prendere nota degli eventi osservati per poi utilizzarli in un momento successivo. Gli appunti possono tornare utili anche quando si sta attraversando un momento di difficoltà o non si ha bene in mente qualche particolare.

  Torna all'indice

 

 
10.5 - Il Metodo del sesto

 

Il metodo del sesto consente di analizzare sei mani del gioco del Blackjack.
In tale fase, il giocatore deve prendere nota degli eventi che si configurano, quindi il numero di vittorie e di sconfitte.  Chiaramente, dopo aver ottenuto un determinato quadro in cui gli eventi si alternano o danno una serie consecutiva, il giocatore deciderà come impostare il gioco.
Se nel corso delle prime sei mani, il giocatore ha vinto solamente una volta, e si sono subite ben 5 perdite, nel corso delle sei mani successive, dovrebbe verificarsi il trend inverso.

  Torna all'indice

 
10.6 - Il conteggio delle carte


Contare le Carte al BlackjackSulla tecnica del conteggio delle carte sono stati scritti molti libri. Essa viene ritenuta la migliore in assoluto anche se non è facile poterla realizzare. Il vantaggio matematico che si acquisisce grazie al conteggio delle carte è molto alto e riduce, notevolmente, quello del banco.

Il giocatore, infatti, migliora il proprio vantaggio sul banco se è a conoscenza che sono uscite più carte basse che alte oppure  che non usciti molti assi, perché dinanzi a questa situazione è più facile sballare il giocatore ha maggiori possibilità di fare blackjack.

 

Inoltre, aumentano anche le probabilità di avere delle mani buone (come, per esempio, la coppia di 10) e di ottenere delle vincite con i raddoppi. Il giocatore, che intende contare le carte, si deve avvalere di un buon sistema di conteggio e si deve esercitare parecchio.

 

 

Un sistema di conteggio delle carte molto interessante si chiama “Hi Lo”. Grazie ad esso le carte vengono suddivise in 3 gruppi:

 

  • le carte che vanno dal 2 al 6 valgono +1;
  • le carte che vanno dal 7 al 9 valgono 0;
  • gli Assi e le carte che hanno valore di 10 valgono -1.

 

Per ogni carta che esce, viene aggiunto 1 al conteggio. Ad ogni carta uscita, si aggiunge 1 al conteggio nel caso in cui esca una carta del valore compreso tra il 2 e il 6. Si sottrae 1 in caso di uscita di un Asso o di una carta del valore pari a 10. Le carte che vanno dal 7 al 9 vengono considerate neutre e non bisogna aggiungere o togliere niente al conteggio.

 

Nel momento in cui le carte che rimangono nel sabot si riducono e il conteggio diventa alto, il giocatore ottiene delle indicazioni su come bisogna scommettere.  Se il conteggio è elevato (in quanto si è raggiunto il +15) ciò vuol dire che la maggioranza delle carte contenute nel mazzo presentano un valore alto.


In questo modo, il giocatore sa bene come bisogna gestire gli split e i raddoppi.
Questo metodo fu introdotto da un gruppo di studenti del MIT di cui abbiamo avuto modo di parlare qualche paragrafo fa grazie al quale furono sbancati diversi casinò in America.

  Torna all'indice

 

 
10.7 - Il sistema K.O.


Questo sistema molto semplice da utilizzare può essere una buona alternativa da impiegare rispetto a quelli un po’ complessi e, certamente, più alla portata per i giocatori alle prime armi.

Secondo questo metodo ecco qual è il valore che viene dato alle carte:

  • le carte che vanno dal 2 al 7 valgono +1;
  • le carte che vanno dall’ 8 al 9 valgono 0;
  • gli Assi, il 10 e le figure valgono -1.

In questo caso, come si può notare, le carte basse hanno un valore pari a +1.

Quelle alte valgono -1 e le carte in mezzo, come l’8 e il 9 sono pari a 0. Purtroppo, però, bisogna dire che questo metodo di contare è tanto semplice quanto efficace perché non considera le combinazioni del Blackjack, ma solo la distinzione tra le carte alte e quelle basse. 

  Torna all'indice

 

 

11 - Il Blackjack online

Il Blackjack online, al momento, è reperibile in tutti i casinò online con licenza Aams.
Questo gioco è disponibile in tante modalità di gioco e versioni capaci di abbracciare una larga fascia di utenza al fine di soddisfare le loro esigenze.

 

Sono davvero tante le versioni introdotte negli ultimi anni, ma secondo noi, le più importanti sono le seguenti:

 

  • Multi-Hand Blackjack: si tratta del gioco del Blackjack a molte mani.

  • Spanish Blackjack: è un gioco che viene praticato impiegando 48 carte, dove mancano i 10 e vi sono tanti bonus corrispondenti alle combinazioni che si possono realizzare.

  • Triple 7s Blackjack: in questa versione vengono erogati dei bonus per i numeri di 7 registrati.  Se escono 3 sette di quadri che derivano da un Jackpot progressivo, si possono ottenere delle vincite molto grosse.

  • Chinese Blackjack: si tratta del Blackjack in versione cinese che può assegnare dei bonus in caso di “5-dragon”, "ban nag," o "ban ban".

  • Double Exposure Blackjack: qui, tutte  le carte del banco sono scoperte.

  • Elimination Blackjack: un gioco in cui il mazziere e gli altri giocatori devono essere eliminati per accedere al prossimo livello di gioco.

  • Pontoon: si tratta del gioco del  blackjack in versione inglese che assegna un bonus in caso di “5-card trick.”
  • Bonus Blackjack: questa versione ha  uno speciale bonus di pagamento per determinate combinazioni che possono  pagare una vincita secondo il rapporto 50:1 per ogni  coppia di jack di picche e di asso.

  • Double Attack Blackjack: questa versione viene praticata impiegando  un mazzo di 48 carte e consente il conseguimento di un’altra vincita se si scommette sul superamento del punteggio pari a 21.

  • Matchplay 21: viene praticato usando un mazzo di 48 carte, durante il suo svolgimento possono essere assegnati molti bonus che corrispondono ad altrettanti combinazioni.

  • Blackjack Switch: hai la possibilità di combinare il punto migliore attraverso l’utilizzo di due mani.
  • Super Fun 21 Blackjack: questa versione presenta  uno special bonus, se si fa 21 con 5 carte o un blackjack di quadri.

 

Inoltre gli utenti possono praticare il Blackjack online, anche accedendo alla modalità di gioco “For fun”, con cui divertirsi, imparare  le regole del gioco e mettere in pratica diverse strategie che possono essere utili soprattutto nel momento in cui si deciderà di mettere in gioco soldi veri.

Per chi ama un gioco più vicino alla realtà del casinò terrestre, i casinò online offrono la possibilità di usufruire del Blackjack in versione live, che consente di collegarsi via webcam con un dealer che si occupa di curare il gioco che si svolge al tavolo.

Gli scommettitori che sono muniti di un dispositivo a scelta tra i tanti presenti sul mercato (come cellulari Android e ioS, il Blackberry, lo Smartphone, iPad, iPhone e tanto altro) possono giocare sia con soldi finti sia con soldi veri, per un divertimento e tante emozioni on the road e/o in qualunque posto si desideri!

 Torna all'indice

 

12 - I Migliori Film sul Blackjack

 

Considerata la grande popolarità del blackjack, nel tempo, anche il cinema si è interessato a questo gioco di carte. Ecco, secondo il nostro avviso, i film più interessanti:

  • 21: si tratta di un film girato nel 2008 che racconta le vicende di un gruppo di giocatori del MIT, basandosi su una storia realmente accaduta, che ha sbancato Las Vegas. Il gruppo creato da un docente che insegna come contare le carte aprendo loro le porte per conseguire delle vincite da sogno.

  •   Jinxed: si tratta di una commedia del 1982  che racconta la storia di un croupier di Blackjack non molto fortunato al suo tavolo di gioco, ed una coppia che verrà coinvolta nel corso di una trama divertente e anche piena di azione.

  • Croupier: alcuni ritengono si tratti del migliore film in assoluto sul gioco del Blackjack.
    Un dealer del Blackjack decide di scrivere un libro sulla sua esperienza. Questo gli costerà parecchi guai, in quanto in poco tempo perde la ragazza, cambia il modo di rapportarsi con i giocatori in sala a tal punto che anche lui diventa uno scommettitore. Impedibile per gli appassionati al gioco!

 Torna all'indice

©2017-Diritti Riservati